rss Primo Piano

ELENCO ANAGRAFE 2015 OPERE PUBBLICHE INCOMPIUTE

Sono complessivamente 874 le opere pubbliche incompiute pubblicate lo scorso 30 giugno nell’elenco anagrafe del Servizio Contratti Pubblici del Ministero delle infrastrutture e trasporti, rilevate con riferimento all’anno 2015. Rispetto allo scorso anno si evidenzia un lieve aumento delle incompiute censite, con riferimento al 2014, pari a 868. Si può considerare quindi una certa stabilizzazione del numero delle opere in rapporto alle annualità precedenti, se consideriamo che nel 2013 sono state rilevate 689 incompiute e 571 riportate invece nell’elenco del 2012, il primo redatto e pubblicato.


DOCUMENTO DI GARA UNICO EUROPEO

Linee guida n. 3 del 18 luglio 2016 per la compilazione del modello di formulario di Documento di Gara unico Europeo (DGUE) approvato dal Regolamento di esecuzione (UE) 2016/7 della Commissione del 5 gennaio 2016
L’articolo 85 del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50 (nuovo Codice dei contratti), nel recepire l’articolo 59 della direttiva 2014/24/UE, ha disciplinato il Documento di gara unico europeo (DGUE).
La finalità del DGUE è quella di semplificare e ridurre gli oneri amministrativi che gravano sulle amministrazioni aggiudicatrici, sugli enti aggiudicatori e sugli operatori economici attraverso l’adozione di un unico modello autodichiarativo per la partecipazione alle procedure ad evidenza pubblica.


NUOVI STRUMENTI PER LA PROMOZIONE E LO SVILUPPO DELLA SOSTENIBILITA’ ENERGETICA E AMBIENTALE DEGLI EDIFICI - Aggiornamento della UNI/PdR 13:2015; nuovo “Protocollo ITACA per gli edifici non residenziali”; avviamento del Registro Nazionale ITACA.

Aggiornata e ripubblicata da UNI la prassi di riferimento UNI/PdR 13:2015 “Sostenibilità ambientale nelle costruzioni - Strumenti operativi per la valutazione della sostenibilità” per gli edifici residenziali, in conseguenza dell’emanazione dei recenti decreti ministeriali che hanno modificato sostanzialmente modalità e metodologie di calcolo delle prestazioni energetiche. Tale adeguamento è stato verificato nell’ambito del gruppo di lavoro interregionale per l’edilizia sostenibile e approvato dal Tavolo UNI, e si dovranno attivare i lavori per l’elaborazione della parte relativa agli edifici non residenziali. Con questa iniziativa si accorpano tutti i “Protocolli ITACA” fino ad oggi in vigore, relativi alle diverse destinazioni d’uso, che a breve confluiranno nelle varie Sezioni della UNI/PdR 13, proseguendo così la collaborazione tra ITACA e UNI finalizzata all’evoluzione dei diversi protocolli nelle norme tecniche nazionali di riferimento.


MUSMANNO ALLA MARCIA NAZIONALE AMMINISTRATORI SOTTO TIRO

Si è svolta a Polistena (RC) lo scorso 24 giugno la Prima Marcia Nazionale Amministratori sotto tiro, evento organizzato per la prima volta in Italia da Avviso Pubblico, con il patrocinio del Consiglio e della Giunta regionale della Calabria, di ITACA e dei Comuni di Polistena, Gioiosa Ionica e Marina di Gioiosa Ionica.
Alla Marcia ha partecipato anche il Vicepresidente di ITACA, prof. Roberto Musmanno, Assessore della Regione Calabria.
Un segno tangibile e concreto di vicinanza ai tanti amministratori locali, oggetto di minacce e intimidazioni da parte della criminalità, organizzata e non, che ha visto la partecipazione di circa 200 amministratori locali provenienti da tutta Italia e, nel complesso, di oltre un migliaio di persone fra rappresentanti dei sindacati, del mondo dell’associazionismo e della società civile.
Il numero delle minacce ad amministratori locali e funzionari pubblici nel 2015 è aumentato del 33% rispetto all’anno precedente, confermando un fenomeno radicato, seppur in maniera non uniforme, su gran parte del territorio italiano. Nel 2015, infatti, Avviso Pubblico ha censito una minaccia ogni 18 ore ad amministratori locali e funzionari pubblici, 40 al mese, 479 in totale.


LA RIFORMA DEI CONTRATTI PUBBLICI. Il nuovo Codice e la disciplina attuativa – Ciclo di incontri informativi ITACA

Prende il via domani, con l’evento organizzato da Regione Lombardia a Milano, il ciclo degli incontri informativi sulla riforma dei contratti pubblici promossi da ITACA e dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome. Il programma prevede, oltre quella di Milano, altre undici sedi regionali che ospiteranno gli eventi, distribuite in maniera omogenea sul territorio nazionale. Gli eventi approfondiranno alcune delle tematiche più rilevanti previste nel nuovo decreto legislativo 50/2016, entrato in vigore lo scorso 19 aprile, che ha recepito le tre direttive europee 2014/23/UE, 2014/24/UE e 2014/25/UE e riordinato l’intera materia dei contratti pubblici. Il Codice, che ha abrogato il d.lgs. 163/2006 e il d.P.R. 207/2010 oltre ad una serie di altri atti normativi, nell’ottica della semplificazione ed accelerazione delle procedure, come è noto, ha operato un riassetto organico del sistema dei contratti pubblici su tutti gli attori del settore: stazioni appaltanti, centrali di committenza, operatori economici, organismi di controllo e di indirizzo. Una delle novità più rilevanti del Codice risiede nella riorganizzazione della committenza pubblica attraverso la centralizzazione e aggregazione della domanda e la qualificazione delle stazioni appaltanti. L’obiettivo è dunque quello di avere stazioni appaltanti capaci di governare in modo efficace l’intero ciclo dei contratti per far fronte a criteri di affidamento innovativi e complessi che richiedono committenze sempre più competenti e specializzate. Tali livelli di efficienza si possono raggiungere attraverso modelli organizzativi adeguati, con un corpo di dipendenti costantemente aggiornato. Accrescere quindi le competenze e conoscenze per governare i processi di gestione dei contratti nel rispetto delle nuove norme, rappresenta senz’altro il fondamento su cui attivare la qualificazione della committenza. Le Regioni sono chiamate ad esercitare, in ambito territoriale, un ruolo di supporto alle stazioni appaltanti assegnato dal rinnovato assetto normativo. Ed è proprio con questi obiettivi che ITACA, organo tecnico della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, in collaborazione con gli Osservatori regionali dei contratti pubblici,ha inteso avviare un ciclo di incontri informativi e di aggiornamento dedicati al personale delle Regioni, delle centrali di committenza e delle stazioni appaltanti.


NOMINA DEI VICEPRESIDENTI ITACA

Nel corso dell’ultima seduta del Consiglio Direttivo sono stati nominati tre vicepresidenti di ITACA: Elisa De Berti, Assessore ai lavori pubblici, infrastrutture e trasporti della Regione Veneto, Roberto Musmanno, Assessore alle Infrastrutture della Regione Calabria e Marco Scajola, Assessore all’Urbanistica della Regione Liguria.

I tre vicepresidenti, in base allo statuto, andranno ad affiancare il presidente dell’Istituto, Anna Casini, Vicepresidente della Giunta della Regione Marche.


archivio >>

rss News

VALUTAZIONE ENERGETICO AMBIENTALE EDIFICI: LA REGIONE MARCHE AGGIORNA LE LINEE GUIDA E ORGANIZZA CORSI GRATUITI PER 242 TECNICI

01/09/2016 - Aggiornate le linee guida per la valutazione energetico ambientale degli edifici residenziali. La giunta delle Regione Marche ha approvato la modifica su proposta della vicepresidente Anna Casini che è anche presidente dell’Istituto per la certificazione degli appalti e la compatibilità ambientale (ITACA), lo stesso che a livello nazionale ha dettato la nuova Prassi di riferimento per il settore. “Nella doppia veste di presidente di Itaca e assessore della Regione capofila al tavolo interregionale per l’edilizia sostenibile – ha spiegato Casini – ho ritenuto opportuno che le Marche fossero tra le prime a dare il buon esempio adeguandosi alle direttive di Itaca riguardo ai nuovi decreti per la certificazione energetica che hanno modificato sostanzialmente modalità e metodologie di calcolo delle prestazioni energetiche. Si tratta di un tema tecnico e complesso per i non addetti, ma particolarmente importante per tutti i cittadini perché incide fortemente sulla qualità delle nostre abitazioni e di conseguenza anche sulla qualità della nostra vita e dell’ambiente circostante.


Nuovo prezziario delle opere edili in Liguria

21/06/2016 - E' stato approvato dalla Giunta regionale su proposta dell'assessore alle Infrastrutture e all'ambiente Giacomo Giampedrone il nuovo prezziario delle opere edili in Liguria. Il prezziario, che sarà on line e accessibile a tutti gratuitamente, prende in esame circa 7.500 voci, costantemente aggiornate e rese disponibili a tutti i soggetti interessati. Tutte le voci e i prezzi saranno utilizzabili da tutti gli operatori, sia pubblici che privati e scaricabili.


Pubblicato il rapporto sugli appalti pubblici in Alto Adige: assegnate gare per 985 milioni di euro, la parte del leone le fanno le aziende locali.

02/05/2016 - Nel corso del 2015, in Provincia di Bolzano, sono stati assegnati incarichi pubblici per 985 milioni di euro, e l’83,3% delle gare è andato ad aziende con sede in Alto Adige. Questi i dati principali che emergono dal Rapporto sugli appalti pubblici in Alto Adige elaborato dall’Agenzia per i procedimenti e la vigilanza in materia di contratti pubblici di lavori, servizi e forniture. La percentuale di appalti “made in Südtirol” sale addirittura al 92,4% se si considera solamente il settore dei lavori pubblici, mentre per quanto riguarda il valore economico delle gare, quelle aggiudicate ad aziende locali coprono il 70,3% dell’impegno finanziario totale. Un dato da non sottovalutare, soprattutto se si pensa che nel 2011 questa cifra si attestava al 47,4%.


Approvato il Prezzario 2016 dei Lavori pubblici della Toscana

15/04/2016 - La Regione Toscana ha approvato il Prezzario 2016 dei lavori pubblici che entra in vigore dal 14 aprile 2016. Il prezzario è lo strumento di riferimento per la elaborazione dei capitolati e per la definizione degli importi posti a base di appalto, nonché per le valutazioni relative alle anomalie delle offerte. La sua applicazione è obbligatoria per tutti gli enti soggetti alla legge regionale 38/2007, i quali, se intendono discostarsene, devono fornirne motivazione. Anche il Provveditorato interregionale alle Opere pubbliche per le Regioni Toscana, Marche e Umbria ha adottato il Prezzario dei Lavori pubblici della Toscana quale prezzario di riferimento su tutto il territorio regionale. I prezzi hanno validità fino al 31 dicembre 2016, e possono comunque essere utilizzati fino al 30 giugno 2017. Sono stati rilevati e approvati su scala regionale (ad esclusione del costo della manodopera che è fornito su base provinciale) e derivano da un'articolata rilevazione sul territorio regionale e nazionale, riferita all'ultimo trimestre 2015. Sono stati accertati dalle Commissioni "Edilizia" e "Impianti", istituite presso Unioncamere Toscana e operanti su base regionale. Il prezzario 2016 è composto dalle Analisi delle opere compiute, dagli Elenchi Prezzi di Tipologie e Famiglie, suddivisi per ciascun ambito provinciale della Toscana, nonché dalla Nota metodologica 2016 e dalla Guida delle lavorazioni e Norme di misurazione 2016 Nella "Nota metodologica 2016" si esplicitano i criteri di formazione del Prezzario e le principali novità dell'edizione 2016, mentre la "Guida delle lavorazioni e norme di Misurazione 2016" contiene le descrizioni e le norme di misurazione di alcune tipologie di opere contenute nel Prezzario e fornisce indicazioni operative per l'esecuzione delle relative lavorazioni. A partire dal 2016 il Prezzario contiene anche due sezioni dedicate alle Tipologie delle Opere forestali e Opere agricole. Tali nuove Tipologie, unitamente a quelle già presenti nel Prezzario, quando indicato in specifici atti regionali, possono essere utilizzate anche per la verifica della congruità dei prezzi applicati ai fini della concessione di contributi pubblici. Ai fini della semplificazione, il Prezzario 2016 è pubblicato in forma dematerializzata ed è reso disponibile per la consultazione, esportazione e stampa da parte di chiunque ne abbia interesse ai seguenti indirizzi: http://prezzariollpp.regione.toscana.it/


archivio >>

rss Rassegna stampa

23/09/2016 - Gazzetta di Mantova Finalmente la tangenziale

23/09/2016 - Corriere della Sera Grandi opere da rilanciare

22/09/2016 - Il Messaggero Intesa Comune - Governo: a Roma arriva il Grab 45km solo per i ciclisti

22/09/2016 - La Repubblica Zero fondi contro le barriere architettoniche

22/09/2016 - Il Tirreno Tirrenica, c'è anche l' ultimo progetto

archivio >>